Progetto FILIERE AGROALIMENTARI TOSCANE (2017-2018)

Progetto realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

La Regione Toscana nel 2015 ha emanato il bando “Progetti Integrati di Filiera – PIF” annualità 2015 (BURT Parte Terza n. 22 del 3.6.2015 supplemento 87) volto a finanziare progetti sulle filiere agricole ed all’interno ha previsto la specifica presenza della sottomisura 16.2 avente l’obiettivo di attuare azioni di innovazione. La FCS ha partecipato a 4 progetti PIF presentando altrettanti progetti d’innovazione, in compartecipazione con aziende agricole e altri centri di ricerca. L’approvazione della graduatoria ha visto l’ammissione a finanziamento dei 4 progetti (BURT n. 15 parte III del 13/04/2016) e è in corso l’istruttoria per l’assegnazione dei contributi che deve avvenire entro il 15 dicembre. Di seguito i titoli dei 4 PIF e delle relative sottomisure 16.2: – PIF: Filiera frumento Verna – 16.2: Grani antichi nuove tecniche di coltivazione (GRAnt) – PIF: Val d’Orcia la Fonte dell’olio – 16.2: Applicazioni Agronomiche innovative per la Gestione dell’Olivicoltura collinare (AppAGO) – PIF: Farro della Garfagnana – 16.2: Caratterizzazione Genetica e Pedoclimatica del Farro della Garfagnana IGP e dell’areale di coltivazione, con ridefinizione del processo agronomico di produzione, finalizzato alla costituzione del marchio DOP (FaGaDOP) – PIF: Lana e officinali per il BEnesseRe in Toscana – 16.2: Titolo misura innovazione: Pigmenti Attivi Naturali (PAN) Il finanziamento concesso copre il 90% del valore del progetto e risulta di estrema funzionalità la possibilità di ottenere il cofinanziamento del 10%. Contemporaneamente si pone l’obiettivo di finanziare alcune azioni di divulgazione/formazione complementari, che non erano finanziabili dal bando. In particolare la redazione di un opuscolo volto all’illustrazione del ciclo biologico della mosca olearea (Bactrocera oleae) e delle strategie di difesa ed un filmato formativo/divulgativo sulle tecniche di coltivazione a basso impatto ambientale del Farro della Garfagnana e dei grani antichi.

Nel corso del 2017 sono entrati in pieno svolgimento i progetti finanziati da bandi della Regione Toscana inerenti il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) mirati a sostenere le filiere agroalimentari regionali, attraverso l’introduzione di innovazione tecnologica, di processo, di prodotto e territoriale. I progetti prevedono la sottoscrizione di un contratto, di filiera, che lega economicamente i partecipanti per 5 anni e finanzia azioni di innovazione a beneficio della competitività della filiera stessa.

La partecipazione della Fondazione per il Clima e la Sostenibilità al bando del 2015 ha portato finanziamento di 4 progetti, avviati a settembre 2016 e con chiusura prevista a agosto 2018. Entro i progetti di innovazione collaborano oltre alla FCS, dipartimenti dell’università di Firenze e di Pisa e aziende agricole.

Attualmente sono in corso di programmazione ulteriori progetti, sempre a valere Programma di Sviluppo Rurale (PSR), che riguardano sia l’innovazione ed il trasferimento tecnologico sia la formazione e la diffusione delle conoscenze.